PIZZA A LUNGA LIEVITAZIONE 24/48 ORE CON L'ESSICCATORE - PARTE SECONDA - PIZZA A LUNGA LIEVITAZIONE 24/48 ORE CON L'ESSICCATORE - PARTE SECONDA

PIZZA A LUNGA LIEVITAZIONE 24/48 ORE CON L’ESSICCATORE – PARTE SECONDA

OVVERO: PIZZA A LUNGA LIEVITAZIONE – PARTE SECONDA

Finalmente! Eccoci qui dopo le 48 ore di attesa 🙂

E per chi se lo fosse perso, ecco la prima parte dell’articolo dedicata alla lievitazione delle pizza nell’  essiccatore !

Adesso andiamo a scoprire com’è il nostro risultato? Probabilmente sarà meraviglioso !

 

PROCEDIMENTO:

Finalmente,dopo questa lunga attesa possiamo togliere l’impasto dal frigo!

  1. Iniziamo portando l’impasto a temperatura ambiente in modo graduale;per farlo sistemare la ciotola in una zona fredda della casa per almeno 15 minuti.
  2. Poi,dopo 15 minuti, osserviamo il risultato: dovrebbe essere simile a questo (è il miocomposto tolto dal frigo e portato a temperatura ambiente)

    TERZA E QUARTA LIEVITAZIONE

  3. Adesso copriamo la nostra ciotola con un’altra ciotola, rimettiamo nell’essiccatore e facciamo lievitare un’oretta.
  4. Dopo un’ora nell’essiccatore il risultato sarà il seguente:
  5. Ora procediamo;Mettiamo sul tagliere la pasta,rifacciamo le pieghe e lasciamo riposare,mezz’oretta, coperta.
  6. A questo punto dividiamo la nostra “palla” in più parti (una per ogni pizza che volete fare), le pieghiamo per l’ultima volta e adagiamo laepalline sulla teglia oliata.
  7. Adesso tendiamo aiutandoci con le mani; questo per evitare che il mattarello rovini le bolle e quindi la lievitazione appiattendo tutto.
  8. Ora siamo quasi pronti: prima di farcire la pizza, infornate le due basi per 10 minuti a 180.

    FARCITURA

  9. Grattuggiare la mozzarella fresca (per non farla sciogliere al calore delle lame, l’ho messa in freezer 15 minuti),  pelare i San marzano e farli a cubetti.
  10. In uno stampo per muffin mettere un po’ di acqua insieme alle uova di quaglia. Ora Accendere a 180° e metterle in forno.
  11. Adagiare la mozzarella sulla base della pizza cotta prima e informare per 5 minuti.
  12. Adesso fate raffreddare ed aggiungere i pomodori.
  13. A questo punto possiamo fare un ultimo giro a 180 gradi per 15 minuti!
  14. Infine, il tocco di classe: Le uova di quaglia sbricolate  🙂 Vi lascio qualche foto 🙂

About The Author


jayincucina

Ho aperto il mio blog 7 anni fa. In questi anni sono cresciuta non solo anagraficamente(ora ho 35 anni), ma soprattutto a livello culinario! Sono stata vegetariana,pescetariana,vegana. Attualmente sono pescetariana,il che non significa che non ami cucinare piatti vegan,vegetariani o di carne! AMO LA CUCINA IN TUTTE LE SUE ESPRESSIONE, ED IN TUTTE LE SUE FORME ! La cucina è la mia seconda pelle, il mio credo, il mio mantra. Amo esplorare,sperimentare,replicare (raramente), ma soprattutto amo mettere alla prova i miei limiti culinari e,a volte,mentali :) Altre passioni? Sono amante della musica anni 60/70/80, dei film anni 70/80 ed adoro leggere..Mi godo però spesso anche una buona birra e due chiacchiere in compagnia!

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.