le lumachine uscite

CUCINARE ED ESTRARRE LE LUMACHINE DI MARE

OVVERO: Come gustare le lumachine di mare in modo semplice, soprattutto se è la vostra prima volta!

L’altro giorno sono andata al mio supermercato preferito per il pesce e ho visto le lumachine di mare.
Siccome le ho sempre sentite nominare ma non le ho mai cucinate perchè mi facevano un po’ senso mi sono soffermata a fissarle.

È però anche vero che da un anno e mezzo a questa parte ho deciso che devo superare un po’ di blocchi, soprattutto a livello culinario!

Così mi sono trovata ad imparare ad eviscerare il pesce,pulire i crostacei, insomma un po’ di tutto.

Mi mancavano solo le lumachine…

Quindi le ho prese e la mia pescivendola preferita del super mi ha dato qualche dritta 🙂

Ho cercato anche qualche informazione su internet ma, a seconda del posto, ci sono modi diversi di prepararle.

Quindi ho deciso di fare una via di mezzo tra i suggerimenti della mia pescivendola e la mia idea di mollusco 🙂

INGREDIENTI:

  • 1 kg di lumache di mare (Nassarius Mutabilis)
  • Acqua fredda
  • Sale grosso 1,5 cucchiai per ogni litro d’acqua
  • aglio q.b
  • peperoncino fresco q.b
  • pepe abbondante
  • sale fino q.b

PROCEDIMENTO:

SPURGARE LE LUMACHINE DI MARE:
  1. Sul fondo di una ciotola posizionate un passino o un colapasta piccolo.
  2. Riempite la ciotola di acqua fredda e mischiarla con il sale grosso (1,5 cucchiai per ogni litro di acqua)
  3. Ora adagiate le lumache di mare e mettere la ciotola in frigo per un’ora.
  4. Passata un’ora, scolate delicatamente le lumache di mare e gettate l’acqua (in cui ci sarà già un bel po’ di sabbia).
  5. Riempite nuovamente la ciotola con acqua e sale (mettendo sempre il passino sul fondo) e rimettete le lumache di mare.
  6. A questo punto,lasciate in frigo per due ore; in questo modo le lumachine di mare si sentiranno a loro agio e usciranno.
PRE-COTTURA DELLE LUMACHINE DI MARE
  1. Questo passaggio è importantissimo: serve per far si che le lumache di mare escano (in modo che poi sia più facile mangiarle).Serve però anche per far uscire il “piede”, il tappo che le protegge diciamo e lo strumento con cui si muovono 🙂
  2. Portate una grossa padella di acqua salata a bollore. Attenzione: qui non dovete salarla troppo,altrimenti invece che lumache di mare mangiate sale 🙂
  3. Quando l’acqua bolle, scolate le lumachine di mare dalla ciotole e buttatele in un sol colpo nell’acqua bollente, coprite ed abbassate la fiamma.
  4. Già dopo i primi 10/15 minuti, vedrete i piedi delle lumache uscire, così (cliccate sulle immagini per ingrandirle):
  5. Lasciate sobbollire per 30 minuti (ovviamente se ne avete meno di un kg, regolate i tempi in base al peso delle lumachine!).
  6. Passati i 30 minuti, scolatele e mettetele in una ciotola con acqua fredda corrente.
  7. Infatti in questo modo il piede si ammorbidirà e sarà più facile estrarre le lumachine quando le dovrete mangiare.
  8. Valutando che 1 kg  per due persone sono davvero eccessive, io la metà le ho messe nel congelatore.
  9. MI RACCOMANDO! SE LE VOLETE CONGELARE, DOVRETE SEMPRE PRIMA CUOCERLE IN QUESTO MODO! MAI SURGELARLE DA CRUDE!
  10. L’altra metà l’ho spadellata come per una pepata.
  11. Quindi, in una padella fate un soffritto di aglio,olio e peperoncino fresco.
  12. Quando il soffritto inizia a dorare, buttate le lumachine.
  13. A questo punto sfumate con il vino bianco, regolate di sale, pepate abbondantemente e fatele saltare per qualche minuto!
  14. Ora sono pronte per essere servite !
  15. Si ma…. Come si fa ad estrarle dal guscio ? Nessun problema 🙂 In questo video vi mostro (e vi spiego passo passo, se abilitate i sottotitoli) come fare !

About The Author


jayincucina

Ho aperto il mio blog 7 anni fa. In questi anni sono cresciuta non solo anagraficamente(ora ho 35 anni), ma soprattutto a livello culinario! Sono stata vegetariana,pescetariana,vegana. Attualmente sono pescetariana,il che non significa che non ami cucinare piatti vegan,vegetariani o di carne! AMO LA CUCINA IN TUTTE LE SUE ESPRESSIONE, ED IN TUTTE LE SUE FORME ! La cucina è la mia seconda pelle, il mio credo, il mio mantra. Amo esplorare,sperimentare,replicare (raramente), ma soprattutto amo mettere alla prova i miei limiti culinari e,a volte,mentali :) Altre passioni? Sono amante della musica anni 60/70/80, dei film anni 70/80 ed adoro leggere..Mi godo però spesso anche una buona birra e due chiacchiere in compagnia!

1 Comments

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.