zucchine sottolio veloci | jayincucina.com

ZUCCHINE SOTTOLIO IN TEMPI BREVI

OVVERO: Come velocizzare il processo per preparare le zucchine sottolio ( o qualsiasi altro ortaggio)

Zucchine #sottolio: una ricetta che può sembrare scontata visto che su internet se ne trovano a bizzeffe. Eppure, prepararle in questo modo renderà il processo molto,molto più veloce !! Come sempre,se non avete l’ #essiccatore non preoccupatevi: potrete usare il forno di casa con la lucetta accesa e lo sportello leggermente aperto !

Adesso vi lascio alla ricetta, che davvero è velocissima (salvo qualche tempo morto ma non è un problema,visto che nel frattempo potrete dedicarvi a qualsiasi altra cosa) !

PS: delle proprietà delle zucchine (regalatemi dalla mia vicina)  ho già parlato in questo articolo !

PS-2: Come sempre, per ingrandire le immagini cliccate sulla prima foto e poi sul simbolo X apposito .

INGREDIENTI:

  • 2 zucchine belle grandi (dai 15 a 30 cm), vedi foto nel procedimento
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino
  • 2 cucchiai di semi di senape marrone (non la classica gialla) – facilmente reperibile nei negozietti etnici ad un costo che varia dai 0,60€ all’1,00 €.
  • olio EVO di buona qualità
  • 4 bicchieri abbondanti di aceto di vino (o comunque un aceto con acidità pari o superiore al 6%,se guardate lo trovate scritto sulla confezione)
  • Acqua q.b
  • Sale fino q.b
  • Sale grosso q.b

PROCEDIMENTO:

  1. Iniziate pelando le zucchine (tenete le bucce da parte, tra un paio di giorni vi mostrerò come utilizzarle ! ) .
    Tagliatele a metà per il lato corto poi tagliate ogni metà di nuovo a metà. Otterrete così quattro pezzi.
    Togliete da ogni pezzo la polpa contenente i semi e tenete anche questa da parte.
    Affettate le zucchine fino ad ottenere delle strisce sottili, di circa 0,5 cm.
  2. Per ottenere delle buone zucchine sottolio, mettete le strisce di zucchina in uno scolapasta e spolveratele con il sale fino. Mescolate rapidamente con le mani, posizionate sopra alle zucchine un peso (io ho usato una ciotola piena d’acqua con all’interno il batticarne) e lasciate riposare da un minimo di 2 ore ad un massimo (molto meglio) di 24 ore. Io le ho fatte riposare una notte intera.
    « 1 di 2 »
  3. Nel frattempo, sterilizzate i barattoli: riempiteli per metà di aceto ed acqua e metteteli senza coperchi nel microonde fino a bollore. Quando inizia il bollore spegnete il microonde e fate raffreddare i barattoli. Una volta freddi svuotateli e fateli asciugare.
  4. Per sterilizzare i coperchi,se di metallo, e i distanziatori, metteteli in acqua già bollente con un goccio di aceto e fateli bollire per 2 minuti. Scolateli e fateli raffreddare.
  5. Passato il tempo di riposo, sciacquate le zucchine sotto l’acqua corrente per togliere l’eccesso di sale.
    ACIDIFICAZIONE DEGLI INGREDIENTI
  6. Questo procedimento serve per evitare che le nostre zucchine sottolio, una volta pronte, sviluppino muffe o batteri.
  7. Mettete i semi di senape in ammollo nell’aceto puro.
  8. In una pentola capiente, portate a bollore acqua ed aceto in rapporto 2:1 (es:2 litri di acqua, 1 litro di aceto).
  9. Quando l’acqua bolle, buttate il sale come se steste preparando la pasta, poi buttate le zucchine.
    Fatte bollire per 2/3 minuti. NON superate questo tempo altrimenti le zucchine si ammosciano e perdono il loro bel verde brillante.
    Scolatele in acqua fredda e ghiaccio per fermare la cottura, poi fatele asciugare per 3 ore su un tagliere di legno.
    « 1 di 2 »
  10. Fate bollire per 1 min. anche lo spicchio d’aglio sbucciato e il peperoncino intero a cui avrete praticato solo un taglietto laterale.Poi scolate e fate asciugare. (affettateli e mettete entrambi,insieme ai semi di senape scolati dall’aceto, nell’essiccatore Biosec con programma P3 per un’oretta – in alternativa nel forno con luce accesa fino ad asciugatura completa)
    A QUESTO PUNTO ARRIVA IL NOSTRO TRUCCHETTO
  11. Infatti, normalmente per far asciugare bene sia i barattoli,sia le zucchine, sia le spezie ecc…dovreste lasciare il tutto almeno una notte per essere sicuri che l’acqua sia evaporata completamente e scongiurare così la formazione di muffe.
  12. Noi invece, approfitteremo del nostro bell’essiccatore!
  13. Posizionate uno strato di semi di senape sul fondo dei barattoli, aggiungete un po’ di zucchine ed alternate uno strato di zucchine con un po’ di aglio e peperoncino fino ad arrivare 2 cm sotto il bordo del barattolo. Coprite con altra senape,aglio e peperoncino.
  14. A questo punto mettete i barattoli aperti nell’essiccatore e impostate il programma P4 per 1 ora. I coperchi dei barattoli ed i distanziatori/presselli li metterete su un cestello rivolti verso l’alto.
  15. Dopo un’ora, per essere sicuri che l’umidità evapori per bene, mettete i barattoli sdraiati e fate andare il programma P4 per mezz’ora.
  16. A questo punto mettete le zucchine sottolio. Riempite i barattoli con l’olio EVO fino a coprire tutta la superficie delle zucchine.
    Aggiungete il pressello (distanziatore) e coprite i barattoli con un tovagliolo.
  17. Lasciate così per qualche ora, in modo da verificare che le zucchine non assorbano troppo olio. Se così fosse, sarà sufficiente rabboccarlo.
    CONSERVARE LE ZUCCHINE SOTTOLIO
  18. A questo punto non vi resta che sterilizzare i vostri barattoli pieni: chiudeteli con i coperchi, metteteli in una pentola e coprite con acqua fredda.
  19. Portate a bollore e dal momento del bollore contate mezz’ora: attenzione, sopra i 300 m di altitudine, dovrete calcolare 1 minuto in più ogni 200 m (a 500 m quindi dovrete far bollire per 31 minuti, a 700 mt per 32 minuti ecc).
  20. Lasciate raffreddare i barattoli nell’acqua fino a sentire lo “schiocco” del sottovuoto, poi riponete in un luogo buio e fresco.
  21. Attendete 10 giorni; se dopo 10 giorni i barattoli sono ancora sottovuoto, potrete mangiarli (o conservarli per almeno 3 mesi, in modo da far insaporire ancora di più le zucchine sottolio).
  22. Se dopo 10 giorni il coperchio presenta qualche rigonfiamente, sostituitelo con uno nuovo e ripetete la sterilizzazione in acqua dal punto 16.

About The Author


jayincucina

Ho aperto il mio blog 7 anni fa. In questi anni sono cresciuta non solo anagraficamente(ora ho 35 anni), ma soprattutto a livello culinario! Sono stata vegetariana,pescetariana,vegana. Attualmente sono pescetariana,il che non significa che non ami cucinare piatti vegan,vegetariani o di carne! AMO LA CUCINA IN TUTTE LE SUE ESPRESSIONE, ED IN TUTTE LE SUE FORME ! La cucina è la mia seconda pelle, il mio credo, il mio mantra. Amo esplorare,sperimentare,replicare (raramente), ma soprattutto amo mettere alla prova i miei limiti culinari e,a volte,mentali :) Altre passioni? Sono amante della musica anni 60/70/80, dei film anni 70/80 ed adoro leggere..Mi godo però spesso anche una buona birra e due chiacchiere in compagnia!

1 Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.