Mazzancolle alla brace con la stufa a legna - Mazzancolle alla brace con la stufa a legna

Mazzancolle alla brace con la stufa a legna

OVVERO: COME USARE LA STUFA A LEGNA PER CUCINARE ALLA BRACE

Ora che è iniziato l’inverno, mi diverto a cucinare con la stufa a legna ! Può sembrare difficile ma, una volta che conoscete la vostra stufa (anche detta cucina economica) , otterrete dei risultati strepitosi!
Lo scopo di questa piccola “rubrica” è aiutarvi e farvi scoprire un mondo di ricette saporite che potrete fare proprio con la stufa a legna !

INGREDIENTI:

  • Mazzancolle fresche
  • Pangrattato
  • olio aromatizzato (a piacere)
  • castagne
  • panna
  • zucca
  • sale
  • pepe
  • noce moscata
  • erbe aromatiche (salvia,alloro, rosmarino)

PROCEDIMENTO:

    1. Iniziate pulendo le mazzancolle: tenetele intere con la testa, aprite la schiena con una forbice o un coltellino e togliete l’intestino (il filettino nero) con uno stuzzichino.
    2. Fate bollire una pentola d’acqua, quando bolle buttate le mazzancolle e,da quando riprende il bollore calcolate qualche minuto (dipende dalla dimensione delle mazzancolle): devono essere rossicce ma con la carne ancora tenera e trasparente.
    3. Scolatele in acqua e ghiaccio e riponete in frigorifero.
    4. Preparate il pangrattato aromatizzato e l’olio aromatizzato
    5. Incidete le castagne (io ho l’apposito attrezzo) poi fatele bollire,completamente sommerse dall’acqua,con una foglia d’alloro e un po’ di sale.
    6. Il tempo di cottura varia dai 40 minuti all’ora, a seconda della dimensione delle castagne. Quando le fate bollire, iniziate mettendo la pentola nel punto più caldo della piastra; dall’inizio del bollore, spostatela nel punto meno caldo in modo da farle sobbollire.
    7. Nel frattempo, preparate anche la zucca: disponetela su un foglio d’alluminio con la buccia, salate pepate e aromatizzate con rosmarino; chiudete il cartoccio e infornate…se il forno della vostra stufa è già a pieno regime, tenete lo sportello leggermente aperto aiutandovi con il ferro della stufa a legna. Se disponete di un termometro apposito verificate che la temperatura sia intorno ai 250° 🙂
    8. Quando le castagne sono pronte, scolatele e mettetele in una ciotola coperte da uno straccio umido: sarà più semplice sbucciarle.
    9. Sfornate la zucca, sbucciatela e passatela al setaccio in modo da ottenere una crema senza le fibre ( i “fili”) . Tenete da parte.
    10. Frullate le castagne sbucciate con la panna,il rosmarino, l’alloro , sale e pepe; poi fate addensare sul fuoco (punto più basso della stufa a legna) e tente da parte.
    11. Prendete ora le mazzancolle, spennellatele con l’olio aromatizzato preparato in precedenza e rimpite tutti i punti aperti con il pangrattato; questo passaggio serve per evitare che i succhi contenuti nei crostacei fuoriescano durante la cottura portandosi via tutto il sapore; il pangrattato li assorbirà e le mazzancolle saranno saporitissime!! Importante riempire bene la schiena aperta e il punto di giuntura tra la coda e la testa.
    12. Nel frattempo il fuoco della stufa a legna sarà quasi a zero e saranno rimaste solo le braci; quando sono come nell’immagine qui sotto, aprite i cerchi,adagiate una griglia e sopra la griglia disponete le vostre mazzancolle. Fatele grigliare fino a che la polpa sarà quasi bianca (ma non troppo) .
    13. Adesso siamo pronti per impiattare! Disegnate al centro del piatto una striscia di crema alle castagne, sui bordi del piatto tante “virgole” di crema di zucca quante sono le mazzancolle da impiatte; poi adagiate le vostre mazzancolle ciascuna su ogni virgola di zucca. Regolate di sale e pepe e … MANGIATE !!

About The Author


jayincucina

Ho aperto il mio blog 7 anni fa. In questi anni sono cresciuta non solo anagraficamente(ora ho 35 anni), ma soprattutto a livello culinario! Sono stata vegetariana,pescetariana,vegana. Attualmente sono pescetariana,il che non significa che non ami cucinare piatti vegan,vegetariani o di carne! AMO LA CUCINA IN TUTTE LE SUE ESPRESSIONE, ED IN TUTTE LE SUE FORME ! La cucina è la mia seconda pelle, il mio credo, il mio mantra. Amo esplorare,sperimentare,replicare (raramente), ma soprattutto amo mettere alla prova i miei limiti culinari e,a volte,mentali :) Altre passioni? Sono amante della musica anni 60/70/80, dei film anni 70/80 ed adoro leggere..Mi godo però spesso anche una buona birra e due chiacchiere in compagnia!

Leave a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.