pollo allo spiedo con il forno girarrosto

POLLO ALLO SPIEDO CON IL FORNO GIRARROSTO

In questa ricetta vi spiego come ottenere un pollo allo spiedo con il forno girarrosto ! Il pollo che otterrete sarà perfetto, esaltante !

Croccante fuori e morbido dentro,saporitissimo e tenerissimo !

Se pensate che per ottenerlo basti poco tempo, questa ricetta non fa per voi 🙂

Come preparare il pollo allo spiedo con il forno girarrosto

Il pollo va preparato il giorno precedente la cottura !

Per ottenere un risultato così perfetto, mi sono basata sulle indicazioni di dissapore. Ho cambiato alcune cose però,visto e considerato che io ho utilizzato il forno girarrosto e non il barbecue 😉

Mi sono poi basata su alcuni metodi che si usano con la cbt (ad esempio, questo al punto 2 cambiando i tempi) per migliorare l’effetto croccante della pelle !

Se non avete il forno girarrosto (cioè un normale fornetto elettrico con incorporata la funzione girarrosto) potrete eseguire comunque la ricetta, ricordandovi però che dovrete girare davvero spesso il pollo su tutti i 4 lati !

Il risultato che otterrete sarà questo: come potete vedere, la pelle è dorata e croccante, la carne al suo interno invece è tenerissima !

pollo allo spiedo con il forno girarrosto

Adesso però bando alle ciance e passiamo alla ricetta !

LA RICETTA COMPLETA

POLLO ALLO SPIEDO CON IL FORNO GIRARROSTO

Con questa ricetta otterrete un pollo croccante fuori e tenero dentro, migliore di quello che comprate ai baracchini !!!
Preparazione1 d
Cottura5 h
Tempo totale1 d 5 h
Portata: Piatto unico, Secondo
Cucina: Italiana
Porzioni: 1 persona
Calorie: 1750kcal
Chef: jayincucina
Cost: 5 €

Equipment

  • forno con il girarrosto
  • spago per arrosti
  • ciotola grande
  • pentola grande
  • colapasta
  • accendino ( o fiamma del gas)

Ingredienti

  • 1 kg pollo intero
  • 2,7 L acqua gasata
  • 2,7 L acqua naturale
  • 135 gr sale fino
  • qb erbe aromatiche a piacere (io ho usato le erbe di provenza)
  • qb ghiaccio
  • 1 pizzico sale bilanciato per carne

Istruzioni

  • Per prima cosa, bruciate eventuali residui di penne e piume sulla pelle del pollo; potete usare la fiamma del gas, passando il pollo velocemente, oppure un accendino.
  • Procedete poi sciaquando bene il pollo sia dentro (soprattutto dentro!) che fuori
  • Preparate una ciotola con 2,7 lt di acqua gasata e salatela con 50gr di sale fino per litro (quindi in questo caso 135 gr) . fate sciogliere bene il sale.
  • Aggiungete all'acqua anche 10 grammi di sale bilanciato per carne. Se volete, potete aromatizzare l'acqua con gli aromi di vostro gradimento. Io ho aggiunto le erbe di provenza.
  • Adagiate il pollo nella ciotola e lasciate in frigo per una notte. In questo modo il pollo si salerà in profondità e si aromatizzerà. Inoltre, il sale bilanciato aiuterà sia ad asciugare la pelle, sia a favorire la reazione di Maillard.
  • Il giorno successivo, preparate una pentola con 2,7 lt di acqua naturale e portatela a bollore.
  • Quando bolle, preparatevi una ciotola con tantissimo ghiaccio.
  • A questo punto, togliete il pollo dalla ciotola di acqua gasata e immergetelo nella pentola con acqua bollente per 30 secondi (dalla ripresa del bollore).
    Questo passaggio serve per "strizzare" i grassi fuori dalla pelle.
  • Scolate il pollo e adagiatelo subito nella ciotola con il ghiaccio; in questo modo fermeremo la cottura.
  • Asciugate ora il pollo molto bene; usate carta scottex e massaggiatelo con un pizzico di bicarbonato;essendo alcalino aiuterà la reazione di maillard. (qui maggiori informazioni)
    Lasciate asciugare il pollo un'oretta in frigorifero.
  • Nel frattempo, preriscaldate il forno a 140°.
  • Passata l'ora, prendete il pollo ed infilzatelo nello spiedo, fissandolo con le ali apposite ed infilzandole bene nella carne.
    Visto che in cottura il pollo tenderà ad allargarsi, vi consiglio anche di legare per bene ali e zampe con dello spago da cucina.
    Soprattutto, legate per bene le zampe allo spiedo, come in foto.
    pollo allo spiedo
  • Adesso abbassate la temperatura del forno a 90° ed inserite lo spiedo nell'apposito foro.
    In questa fase potete scegliere se inserire sotto lo spiedo una teglia con dell'acqua (per raccogliere il grasso che colerà ed evitare che cada sul fondo del forno).
    Se al posto dell'acqua metterete del vino bianco, oltre a raccogliere il grasso il pollo prenderà un aroma piacevole.
    In alternativa, potete inserire (come ho fatto io) una teglia con delle patate tagliate 😉
    Se optate per quest'ultima soluzione, ricordatevi che le patate andranno messe verso la fine della cottura, quindi non in questo momento !
  • Fate andare il girarrosto a 90° per due ore impostando la fonte di calore solo dall'alto. Noterete che il pollo inzierà a colorirsi molto lentamente.
  • Dopo due ore, alzate la temperatura a 120° e fate andare un'altra ora.
  • Alzate la temperatura a 160° gradi e fate andare un'altra ora. Questo è il momento giusto per aggiungere anche la teglia con le patate (già oliate ed aromatizzate) in quanto il pollo inizierà a colrae i propri grassi 😉 (in fondo alla ricetta trovate anche un breve video dimostrativo)
  • Infine, nell'ultima ora di cottura, lasciate ancora la temperatura a 160° ma spostate la manopola della fonte di calore da "solo sopra" a "sopra e sotto con ventilazione" .
    Ricordatevi di togliere le patate dal forno, disponetele nel piatto dove poi adagiarete il pollo e poggiate il piatto sul piano superiore del forno per mantenerle belle calde.
    patate al forno arrosto
  • Questo passaggio servirà per ottenere l'effetto crispy finale sulla pelle.Osservate la foto: la pelle è croccante e la carne è ben cotta e tenera.
    pollo arrosto

Ed eccoci arrivati alla fine !! Il pollo è perfetto, come può testimoniare anche mio marito mentre si gusta un’aletta bella croccante !!

aletta di pollo arrosto

Qui sotto invece trovate il brevissimo video dimostrativo di come insaporire le patate sfruttando i grassi del pollo e di come terminarne la cottura !!!

Se vi è piaciuta questa ricetta, lasciate un commento qui sotto !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *